Come accarezzare un gatto: 8 consigli per non stressare il t

Come accarezzare un gatto è una delle domande che i nuovi proprietari di un piccolo felino si chiedono fin dal suo primo arrivo. Tutti sappiamo che il gatto, a differenza del cane, è molto particolare sul fatto di come e dove deve essere accarezzato. I cani non si fanno molti problemi e sono i primi a correre da noi per avere le tante agognate coccole. Il gatto, invece, decide lui come e dove farsi accarezzare e sopratutto per quanto tempo. Tante volte vediamo il nostro gatto che si avvicina a noi per farsi accarezzare e dopo appena 30 secondi cambia subito idea e scappa.


Il gatto a differenza del cane è un animale autonomo e secondo me il suo motto potrebbe essere: "Una carezza è poca, due sono troppe".


Naturalmente dipende molto anche dal carattere del gatto stesso, ci sono alcuni esemplari che possono passare le ore a farsi accarezzare ed altri che invece non amano tanto il contatto con l'uomo.


In questo articolo vi insegnerò come e dove accarezzare un gatto, come farsi avvicinare e quando lasciarlo in pace.


DOVE ACCAREZZARE UN GATTO


Da questo punto di vista ci viene subito incontro un particolare studio eseguito su 54 gatti, in cui gli scienziati sono riusciti a delineare le zone gradite e sgradite dove accarezzare un gatto. Quindi partiamo subito con il vedere dove il gatto vuole e non vuole essere toccato (da specificare che ci possono essere delle variabilità individuali).


Le zone sgradite sono:



  • La coda, soprattutto a livello dell'attaccatura;

  • Le zampe;

  • La pancia.


Mentre ama farsi coccolare:



  • Sulla testa;

  • Dietro le orecchie;

  • Sul muso;

  • Sotto al collo;

  • Sotto al mento;

  • Sul dorso (zona neutra).


Spesso noi proprietari pensiamo che l'attaccatura della coda sia una zona di piacere per il gatto. In realtà quella zona è ricca di terminazioni nervose che causano un sovreccitamento del gatto e conseguente stress dell'animale, quindi meglio evitare.



COME ACCAREZZARE UN GATTO


Veniamo finalmente alla parte più importante del nostro articolo, cioè come accarezzare un gatto. Prima di tutto non decidiamo noi quando coccolarlo ,ma sarà lui che verrà verso di noi per farsi accarezzare. Quindi mettetevi sul divano, oppure seduti vicino a lui e aspettate che il vostro felino faccia la sua mossa. Nel momento in cui si muoverà verso di noi non dovete far altro per porgergli la vostra mano senza accarezzarlo. In questo modo inizierà a strusciare le sue guance paffute e diffonderà il suo odore.


Da questo momento in poi potete iniziare ad accarezzarlo, ricordatevi di evitare le zone che loro non gradiscono come l'attaccatura della coda, le zampe e la pancia. Controllate sempre l'umore del vostro gatto, solitamente emette dei versi di piacere che vengono chiamati fusa, questo ci conferma che il gatto apprezza il nostro gesto. Ma rimanete vigili ai suoi comportamenti, perché come abbiamo detto ad inizio articolo, potrebbe cambiare subito idea e non volere più le vostre attenzioni.


Quando il gatto non vuole più essere toccato inizia ad avere degli atteggiamenti di aggressività come:



  • Inizia ad agitare la coda;

  • Smette di fare le fusa;

  • Le orecchie si appiattiscono sulla testa;

  • Inizia a soffiare;

  • Potrebbe graffiarvi o mordervi.


 


COME ACCAREZZARE UN GATTO: 8 CONSIGLI DEL VETERINARIO


Siamo giunti alla conclusione di questo veloce articolo su come accarezzare un gatto senza stressarlo, vediamo ora i consigli del veterinario.



  1. Non avvicinatevi all'animale ma aspettate che sia lui a venire verso di voi;

  2. Se siete persone estranee dovrete avere molta pazienza, i gatti sono animali che si fidano poco;

  3. Evitate di accarezzare attaccatura della coda, zampe e pancia;

  4. Iniziate accarezzando muso, mento poi passate alla testa e orecchie infine scendete giù lungo la schiena;

  5. Controllate sempre il comportamento del vostro gatto e se notate atteggiamenti aggressivi smettete subito;

  6. Accarezzatelo sempre seguendo la direzione del pelo (mai contropelo);

  7. Fate molta attenzione con i bambini ed istruiteli correttamente; 

  8. Accarezzare un gatto può essere utile per controllare lo stato di salute dell'animale, valutando l'eventuale presenza di noduli o altre lesioni (ferite, morsi, ecc).


Spero che questo articolo sia stato di vostro gradimento. Se volete rimanere aggiornati mettete un bel LIKE sulla nostra PAGINA FACEBOOK .

1

0

Author: Vetclick (5) Category: Animal welfare Animal: Cat

Your Comment

If you liked it Login or Register, Download the App iOS o Android and share!

Comments

Grazie molto utile per la condivisione 

Munchkin cats

Vuoi inserire anche tu il tuo annuncio su Petwave?

Clicca qui!

ads

Sponsored

Letsell - cibo, prodotti ed accessori per animali.

Scopri tantissimi accessori, cibo e prodotti in offerta per i nostri amici animali.

ads

Sponsored

Petblog

In questa sezione potrai trovare articoli scritti da professionisti del settore e da altri amanti degli animali come te!

ads

Sponsored

Petask

Hai bisogno di aiuto con il tuo pet? Seleziona la categoria dell’argomento che ti interessa, il tipo di animale e clicca su “ricerca”.